ARTICOLI DEGLI ULTIMI 3 GIORNI
TUTTI GLI ARTICOLI DI OGGI
METEO.IT
BORSA ITALIANA
IL SANTO DEL GIORNO
23 August 2019 | Vai alla Prima Pagina
Video Notizie
07/04/2019 - CHI SEMINA NELLE LACRIME MIETERA' NELLA GIOIA? - I dimenticati di Oldenico ci credono
Sono i dimenticati di Oldenico ed Albano Vercellese.

Il Lettore ricorderà certamente i brutti momenti di quella notte flagellata dal vento e dall’acqua scrosciante, il 29 ottobre 2018.

Il cosiddetto “secondo argine”, quello innalzato vicino all’abitato del paese, dove c’è la riseria e poi il Cimitero, ma subito dopo le prime case, non aveva tenuto.

Non era stato possibile azionare le saracinesche che avrebbero dovuto trattenere l’acqua perché i “volantini”, cioè il meccanismo che ne regola il dinamismo e così consente o impedisce il flusso dell’acqua, erano bloccati: incuria, mancanza di manutenzione.

Tutti arrugginiti e bloccati.

Ma il primo argine, quello più vicino al fiume, a sua volta era stato travolto dalla forza delle acque.




Nei 60 ettari di superficie "coltivabile" che stanno tra un argine e l’altro – ormai di fatto un grande vaso di espansione, ma vedremo nel servizio che non dev’essere così – l’acqua era arrivata a 4 metri di altezza, formando mulinelli capaci di erodere, come una ruspa, il terreno.


***

Oggi sabato 6 aprile, VercelliOggi.it ha voluto documentare come stiano adesso le cose.

Se, cioè, le famiglie di agricoltori che devono coltivare quel terreno possano contare su una situazione ripristinata di sicurezza.

Purtroppo non è così.


E, per di più, il problema non si circoscrive a quei 60 ettari (che comunque non sono pochi), ma si estende.

Perché se l’acqua rovina le reti irrigue, ci sono almeno altri 110 ettari confinanti dove non si può portare a termine il ciclo colturale.

***

Oggi parlano ai Lettori di VercelliOggi.it il Sindaco di Oldenico Valter Ganzaroli e l’Ing. Alessandro Iacopino, Direttore Generale del Consorzio di Bonifica della Baraggia.

Con loro alcuni rappresentanti degli Agricoltori che si apprestano a seminare, senza sapere se potranno mietere il riso.

L’immagine che vedete in apertura è più eloquente di mille parole.

Le persone che ci hanno accolto sono proprio nel punto dove dovrebbe esserci un argine, invece c’è una spiaggia.

Basta che il livello della Sesia si alzi un po’ e si va di nuovo sotto.

A chi tocca mettere mano al portafoglio per ricostruire l’argine?

Quanto costa ricostruire?

Lo sentiremo dalla voce dei protagonisti nel servizio di apertura di VercelliOggi.it lunedì mattina, 8 aprile (probabilmente disponibile già in tarda serata di domenica).

***

I dimenticati di Oldenico ed Albano non hanno nessuna intenzione di mollare la presa e, anzì, sono ben decisi a fare in modo che chi di dovere si ricordi di loro.

Appuntamento, dunque, a lunedì su VercelliOggi.it, mentre ora intendiamo ringraziare doverosamente e sinceramente queste persone, che ci hanno aiutato a raccontare una storia da… non dimenticare.
AGENDA - TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI IL SANTO DEL GIORNO BORSA ITALIANA METEO