ARTICOLI DEGLI ULTIMI 3 GIORNI
TUTTI GLI ARTICOLI DI OGGI
METEO.IT
BORSA ITALIANA
IL SANTO DEL GIORNO
17 June 2019 | Vai alla Prima Pagina
Dettaglio News
05/06/2019 - Vercelli Città - Politica
TRIPPA PER I GATTI / 560 - Voltiamo ( e rivoltiamo ) Pagina - Prevale la voglia di Assesorati e i seguaci di Roberto Scheda si preparano ad appoggiare Maura Forte
TRIPPA PER I GATTI / 560 - Voltiamo ( e rivoltiamo ) Pagina - Prevale la voglia di Assesorati e i seguaci di Roberto Scheda si preparano ad appoggiare Maura Forte

Hanno ottenuto l’effetto desiderato.

Ieri Da Ciccio a Caresanablot si è – comunque vadano le cose – consumata, con la cena, la crisi della neoformazione politica messa in piedi in poco tempo da Roberto Scheda con alcuni collaboratori.

E la crisi si inizia proprio nel gruppo dei collaboratori.

Per il momento ci sarà permesso di non citare nomi, perché di prima mattina le informazioni che si hanno sulla riunione terminata attorno alla Mezzanotte di ieri, 4 giugno, sono ancora frammentarie e ci spiacerebbe commettere errori.

***

Abbiamo già ricordato nell’articolo di ieri come le liste “Voltiamo pagina” e “Uniti si vince” siano nate per effetto di una reazione.

Da quando si sentì circolare la notizia di una possibile candidatura a Sindaco, per il Centrodestra, di Andrea Corsaro, subito vi fu chi disse: chiunque, ma non Corsaro.

Non a caso uno dei tessitori di questo accordo con la Sinistra di sempre, è un uomo di destra come Carlo Albricci.

E così si andò a trovare il noto e stimato Avvocato che si persuase a candidarsi.

Siamo a molti mesi fa, almeno sei, i ricordi sono un po’ sbiaditi, ma i due nomi – Scheda e Corsaro – erano già in pista almeno a metà luglio 2018.

E, del resto, perché no?!

***

Dunque si arriva al 26 maggio e le urne consegnano il seguente responso: Corsaro con il Centrodestra al 42 per cento, Maura Forte con il Centrosinistra al 24,7, Scheda con le liste civiche “Voltiamo Pagina” e “Uniti si Vince” al 14 e rotti.

***

Ad urne ancora calde tutti guardano a quel 14 e rotti.

Che può fare comodo sia a destra, sia a sinistra.

Ma a sinistra sono più astuti e da subito s’inizia la peregrinatio Mariae in Via Feliciano di Gattinara.

***

Offrono tre Assessorati ( di cui uno forse Vice Sindaco ).

E il gioco è fatto.

***

Il “packaging” è affidato ad un documento (di cui diciamo nell’articolo di ieri) che rivela la partecipazione attiva di Guido Nobilucci ed Ezio Robotti.

Perché il politburo che si presenta ( sempre ieri ) alla Stampa per spiegare l’iniziativa è assai scafato politicamente.

E, in sostanza manda un messaggio: no a Corsaro perché poi ubbidisce a Paolo Tiramani.

Poi ci sono cinque pagine in politichese e otto punti programmatici che non cambiano il destino del Mondo, ma, soprattutto, non ci provano nemmeno.

***

Però il piatto è ricco: tre Assessorati fanno gola, molto più della pizza che – senza nulla togliere al sempre ottimo Alfonso – di sicuro non è la portata principale della serata.

***

La voglia è tale che si dimentica un particolare importante.

L’apparentamento ( come formula tecnica di aggregazione di più liste ) non si fa.

E qui bisogna avere riguardo ( e un po’ di pazienza ) per un tecnicismo importante.

In caso di vittoria di Maura Forte la maggioranza è completamente autosufficiente: ruota attorno al Pd, ha 20 seggi che la blindano rispetto a qualsiasi scossone.

I Consiglieri di Roberto Scheda restano due.

Vediamo cosa accadde, invece, nel 2014 con l’ apparentamento di SiAmoVercelli.

Gli eletti di Alberto Perfumo, al primo turno. furono tre: corrispondenti al 16 e rotti per cento riconosciuto dagli elettori.

La scelta tecnica dell’apparentamento (si sarebbe dovuto sottoscrivere entro domenica scorsa, ormai il tempo è scaduto) portò a diminuire gli eletti del Pd che sacrificarono tre posti al nuovo alleato: e Perfumo si trovò con sei Consiglieri.

I problemi della Giunta di Maura Forte, dal 2015 in poi, nacquero da qui, perché, quando SiAmo andò all’opposizione, si portò via anche il “premio di maggioranza”.

Maggioranza che perciò non sarebbe stata più tale se non fossero arrivati in soccorso Maria Pia Massa e Remo Bassini.

***

Ma in questo caso, come abbiamo visto, l’apparentamento non si può più fare e – così – il perfezionamento dell’accordo per i tre Assessori può soltanto essere rimesso ad un invito, pubblico, che Roberto Scheda dovrebbe rivolgere al proprio elettorato.

Se vincesse Maura Forte, dunque, i tre Assessori sarebbero niente più che ospiti in una Giunta saldamente garantita dal Pd e varie espressioni della Sinistra.

I Consiglieri di Voltiamo Pagina resterebbero due.

Se, in qualunque momento, il Sindaco decidesse di ritirare le deleghe a uno o più degli Assessori di Scheda, i due Consiglieri non potrebbero fare alcunchè per difendere i propri rappresentanti.

***

Ieri, comunque, i due fronti non si sono lasciati mancare nulla.

Sono volate parole grosse.

Per qualcuno è anche arrivato il momento degli addii.

Quale sarà la forma tecnica dell’invito a votare Maura Forte?

Un intervento pubblico di Scheda?

La sottoscrizione di una dichiarazione di intenti?

Quali saranno le reazioni di coloro che rifiutano l’accordo?

Si saprà nelle prossime ore.

Per adesso, quello che si sa è che Da Ciccio è finita l’esperienza politica di Voltiamo Pagina, per lo meno per come si è presentata agli elettori.

***

Ecco: gli elettori.

Come la prenderanno?

***

E qui incominciano i problemi perché è assai probabile che l’invito non sarebbe condiviso da tutti e non mancherebbe chi potrebbe rivolgere altri inviti.

Anche perché non a tutti interessano i tre Assessorati.

***

Dunque, la riunione di ieri, assai tesa, per quanto fosse stata preparata con astuzia dai “no Corsaro”.

Le due tesi (aderiamo all’invito del Politburo oppure no) sono state sostenute e combattute con toni accesi.

Qualcuno ha preteso che si votasse, con facoltà di voto ai soli candidati delle due liste.

Candidati che, però, non c’erano tutti.

Anche perché la votazione non era all’ordine del giorno e nemmeno ventilata: era una cena e basta.

Mancavano almeno 25 candidati, tra questi Maurizio Randazzo che si trova, ancora oggi, a Palermo.

***

Nelle prossime ore si vedrà come l’accordo sarà formalizzato.


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI

Casale
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it
AGENDA - TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI IL SANTO DEL GIORNO BORSA ITALIANA METEO