ARTICOLI DEGLI ULTIMI 3 GIORNI
TUTTI GLI ARTICOLI DI OGGI
METEO.IT
BORSA ITALIANA
IL SANTO DEL GIORNO
25 September 2018 | Vai alla Prima Pagina
Dettaglio News
31/01/2015 - Bassa Vercellese - Politica
TRIPPA PER I GATTI / 269 - Malori (veri) e pareri (pleonastici) non scalfiscono l’aplomb british della gente nella Bassa Vercellese - Co.Ser ancora senza Presidente - Braccio di ferro sulla futura Provincia e (forse) sull’Asl
TRIPPA PER I GATTI / 269 - Malori (veri) e pareri (pleonastici) non scalfiscono l’aplomb british della gente nella Bassa Vercellese - Co.Ser ancora senza Presidente - Braccio di ferro sulla futura Provincia e (forse) sull’Asl
Caresana, venerdì 30 gennaio 2015 - Assemblea della Unione Coser

Come rappresentare lo sprezzo del pericolo?

Mah, è difficile trovare esempi eloquenti.

Quello – possibile – del Kamikaze che beve l’ultimo sakè prima di cingere la  hachimaki e decollare.

Un altro: tentare di rapire il cucciolo ad una tigre del Bengala.

Un terzo, forse il caso estremo: dire che una donna – e per di più piacente – abbia un viso “sciupato”.

Ebbene, albergano in noi, in questo momento, sentimenti contrastanti.

Vi è, senza dubbio, l’istinto di conservazione, che suggerirebbe di stare responsabilmente alla larga da pericoli senza senso.

Ma, dall’altro, non possiamo sottrarci alla doverosità di rendere una informazione capace anche di documentare i fatti.

E, ultimo ma non per importanza, contribuire forse – con questa testimonianza – a ripristinare o almeno tutelare la verità dei fatti.

Dunque, eccoci all’Ave Caesar, morituri te salutant.

Dobbiamo dire, per amor di verità, che la Dottoressa Raffaella Attianese, Vice Prefetto Vicario e Commissario prefettizio al Comune di Pezzana, venerdì scorso nel tardo pomeriggio, quando era convocata l’Assemblea della Unione Coser, a Caresana, aveva il viso “sciupato” già all’inizio dell’adunanza.

Chi ha il privilegio di conoscerla da tanto tempo, l’ha già vista anche impegnata in corvèe di superlavoro. Come, ad esempio, quando ci sono le elezioni: si finisce a notte fonda con gli scrutini; si aspetta che abbiano conteggiato anche l’ultima scheda del seggio ritardatario. Si va a casa all’alba. Lei si vede che è stanca, ma non è “sciupata”.

Ieri invece a Caresana si vedeva che non stava bene.

Così, quando è successo l’imprevisto,  non ha retto.

E non è stato – diciamolo subito – un malore diplomatico, per evitare che la riunione proseguisse.

Ma andiamo con ordine.

Messa in archivio la elezione del Capo dello Stato, resta ora da affrontare la questione forse leggermente più complessa che riguarda appunto la elezione del Presidente della Unione Coser, il Consorzio tra i Comuni della Bassa Vercellese, fino a qualche tempo fa presieduto da Gian Luigi Guasco di Costanzana, che poi passò il timone al Sindaco d’un giorno di Pezzana, Stefano Bondesan. Poi, come sappiamo, il Consiglio comunale del paese che diede i natali all’On. Giuseppe (Pinot) Ferraris fu sciolto perché si dimise la maggioranza dei Consiglieri

Guarda anche: http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?id=59057 .

E quindi Bondesan lasciò libero anche il timone del Coser.

Da allora non si è più riusciti a nominare un Presidente.

Tanto è vero che – da ultimo – è toccato proprio a Raffaella Attianese reggere la supplenza anche del Consorzio, oltre che del Comune.

Questa la cronaca, perché la politologia spiega che sul Coser si starebbero facendo le prove generali di un braccio di ferro tra potentati locali, in vista della prossima – Primavera 2016 – elezione del Presidente della Provincia, che non sarà più votato dai cittadini, ma eletto dai Sindaci, con una elezione che tecnicamente si dice “di secondo grado”, appunto perché l’elettorato attivo è esercitato da persone già a loro volta elette.

Ci si stanno scaldando i muscoli, insomma.

Senza contare che, quando si parla di questa e altre cose che toccano i Comuni della Bassa Vercellese, aleggia anche un po’ sempre l’idea che sotto sotto c’entri qualcosa anche la nomina del futuro Direttore Generale dell’Asl, ma qui andiamo decisamente sul difficile.

Forse anche per lasciare che le acque si calmassero un po’, il Vice Prefetto, pur non facendo i salti di gioia, si è sobbarcata questa supplenza, incaricandosi di mandare avanti anche il Consorzio e non solo il Comune di Pezzana.

Anche perché nel frattempo si attende un parere dal Ministero dell’Interno per chiarire se la presenza nella Giunta consortile di due componenti a suo tempo nominati dal disciolto Consiglio di Pezzana (Elisabetta Gabutti ed Andrea Mombelli ) sia compatibile con la normale vita dell’Organo Esecutivo.

In sintesi: se non lo fosse, se dovessero considerarsi decaduti, si correrebbe il rischio che tutti gli atti adottati con il loro concorso  e voto fossero viziati di illegittimità.

Questione di lana caprina e – secondo qualche parere raccolto qua e là – forse pleonastica e più sostenibile appunto per guadagnare tempo, più che per una effettiva fondatezza dei timori (perchè lo Statuto dell’Ente parla abbastanza chiaro, come la norma di Legge) anche considerati con scrupolo acribiaco.

Senonchè ha dimostrato di pensarla così la maggioranza dei componenti il Consiglio.

Cosa è successo?

E’ successo questo: apre la seduta la Presidente facente funzione, appunto Raffaelle Attianese, chiedendo che il punto all’Ordine del Giorno che contempla la nomina del nuovo Presidente sia rinviato di una decina di giorni, proprio per attendere che arrivi il parere da Roma.

Mormorio in sala.

E, soprattutto, argomentata opposizione all’idea del rinvio da parte della combattiva Consigliere Elisabetta Gabutti, che parla come un libro stampato, mettendo in fila i punti uno, due, tre e quattro e con una certa logica chiede che si proceda invece subito alla nomina del nuovo Presidente.

Si passa ai voti sulla proposta di rinvio.

Votano  la proposta della Presidente solo altri tre Consiglieri: Massimo Cavallone (Motta dei Conti), Francesca Ferraris (Pertengo) e Andrea Mombelli (Pezzana).

Votano invece con la Gabutti i Consiglieri Gian Battista Candeo (Stroppiana), Gianni Tressoldi (Caresana), Clara Cappa (Costanzana), Giuseppe Luparia (Stroppiana), Patrizia Facelli (Caresana).

Sono in maggioranza, sei a quattro.

La mozione della Attianese che chiede il rinvio della elezione del Presidente non passa.

E si dovrebbe quindi procedere alla votazione.

Ma è qui che arriva il colpo di scena.

La Presidente sospende per un momento la seduta e si assenta.

Ridda di ipotesi: è andata a telefonare al Prefetto. E’ andata a telefonare. Non sta bene.

E’ buona la terza.

Passano infatti i minuti, poi i quarti d’ora e qualcuno informa: la dottoressa ha avuto un malore.

Qualcuno pensa ad un escamotage estremo per rinviare.

Ma, come abbiamo detto, la cosa è, se non bastasse la credibilità personale della protagonista, del tutto da escludersi, vista la condizione di evidente disagio già precedente.

Si pensa di chiamare l’Ambulanza, ma infine non è necessario, meglio accompagnarla a casa, dove poi sarà raggiunta dal Medico di famiglia.

Si pensa di andare avanti lo stesso, facendo presiede il Consigliere anziano.

Ma non si può.

Perché? Tocca ora al Segretario di Stroppiana, f.f. al Consorzio, dare prova di una bella fantasia escogitando che la supplenza del Consigliere anziano non sarebbe possibile in quanto la situazione “non è a regime”, cioè non ci sarebbe il Presidente dell’Ente e questo renderebbe non pienamente operativa anche l’Assemblea.
Il ragionamento non scalfisce il proverbiale self control degli Amministratori della Bassa: la cifra della gente in questi paesi  è una flemma (vigile e informata, ma atarattica) di fronte alla quale un compassato lord londinese può apparire nevrastenico. Non è che – nemmeno per un minuto – credano alla fantasiosa trovata del Segretario, ma – pro bono pacis – fanno finta di abbozzare.

Si rinvia.  

Pare proprio, però, che – entro febbraio – il Coser potrà avere il nuovo Presidente.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.

 

Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti, illustrate cliccando questo link:

 

http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp

 

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

 

 

TAGS:

Vercelli, provincia di Vercelli, valsesia, provincia di cuneo, saluzzo, provincia di biella, casale e Monferrato, piemonte, guido gabotto

CasaleOggi.it
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it
AGENDA - TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI IL SANTO DEL GIORNO BORSA ITALIANA METEO