ARTICOLI DEGLI ULTIMI 3 GIORNI
TUTTI GLI ARTICOLI DI OGGI
METEO.IT
BORSA ITALIANA
IL SANTO DEL GIORNO
domenica 20 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Dettaglio News
12/02/2020 - Alessandria - Cultura e Spettacoli
CASALE MONFERRATO – All’Istituto Balbo una giornata di studio aperta alla Città su “Monferrini in Sicilia”
CASALE MONFERRATO – All’Istituto Balbo una giornata di studio aperta alla Città su “Monferrini in Sicilia”

Nell’Aula Magna del plesso Balbo-Palli, venerdì 14 febbraio dalle ore 8:45 alle ore 10:45, il prof. Salvatore Trovato (docente dell’Università di Catania), esperto della storia linguistica italiana, approfondirà una pagina straordinaria di immigrazione avvenuta nove secoli fa di migliaia di monferrini verso la Sicilia (XI-XIII secolo), di cui resta traccia nella lingua, il galloitalico, ancora oggi parlato in una vasta zona dell’isola.

La lectio sarà presentata dal prof. Giovanni Tesio (Università del Piemonte Orientale) e dal prof. Dionigi Roggero (presidente della sezione di Casale Monferrato del FAI)

Salvatore Trovato ha accolto con entusiasmo l’invito a visitare nuovamente il Monferrato dove nel maggio del 2019 a Cella Monte ha presentato il suo libro intitolato “Parole galloitaliche in Sicilia”, pubblicato dal Centro di Studi Filologici e Linguistici Siciliani (Palermo 2018). Si tratta di uno studio fondamentale sul lessico siciliano, che costituisce un’indispensabile chiave di lettura della storia linguistica italiana e mediterranea. Il professore emerito di Linguistica e Glottologia all’Università di Catania si è detto “lieto di far conoscere alla Madrepatria settentrionale quanto gli immigrati di nove secoli fa hanno saputo fare in Sicilia” per rendere belle e importanti molte città, tra cui Nicosia, Randazzo, Piazza Armerina e Caltagirone, per citare solo le maggiori. La storia di una migrazione dimenticata di migliaia di monferrini verso la Sicilia tra l’XI e il XIII secolo, di cui resta traccia soprattutto nella lingua, il galloitalico, ancora oggi parlato in una vasta zona dell’isola. Infatti gli stretti rapporti di epoca medievale tra l’isola e le regioni settentrionali hanno arricchito il siciliano di un patrimonio lessicale ancora oggi assai vitale e che merita di essere conosciuto con “l’intenzione, al di là della ricerca scientifica, di accostare Madrepatria e Colonie.”

Il volume nasce all’interno di una più ampia monografia dal titolo Carta dei dialetti galloitalici della Sicilia, in corso d’opera, nell’intento di mettere a fuoco il lessico originale italiano settentrionale (ligure e piemontese) importato in Sicilia con l’immigrazione italiana settentrionale di epoca normanna, promossa dagli Aleramici e dagli Altavilla. Nasce, in particolare, dall’esigenza di dare risposta a domande come:

a) quanto del lessico portato dagli immigrati italiani settentrionali in Sicilia è rimasto nelle colonie principali e quanto si è diffuso nel territorio siciliano, fin dove e perché;

b) se è possibile stabilire, sulla base del lessico, quali classi sociali abbiano affrontato il viaggio verso la Sicilia e cioè rispondere alla domanda se gli immigrati erano pastori, contadini, artigiani o altro e quali di questi insieme;

c) se il lessico, sulla base della comparazione di ciò che è presente ancora nelle zone di origine ed è sopravvissuto nelle colonie siciliane, possa darci ulteriori indicazioni sulla zona di emigrazione, la quale comprende, com’è noto, «tutto il Piemonte cispadano, salvo le valli alpine, tutta la Liguria, l’Oltrepò pavese ed un angolo dell’Emilia, l’estremità sudoccidentale» (Petracco Sicardi 1969, p. 338).

Gli studi lessicali condotti da Trovato (con la collaborazione di Iride Valenti) confermano i risultati già noti relativi alla zona di immigrazione, ci informano – fatto assolutamente nuovo nella storia delle ricerca – sulla “cultura” degli immigrati (conoscenze, mestieri, attività, presenza femminile), nonché sulla varia fortuna che il lessico importato dalle sedi italiane settentrionali ha avuto in area siciliana.

Redazione di Vercelli

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI

Casale
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it
AGENDA - TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI IL SANTO DEL GIORNO BORSA ITALIANA METEO