ARTICOLI DEGLI ULTIMI 3 GIORNI
TUTTI GLI ARTICOLI DI OGGI
METEO.IT
BORSA ITALIANA
IL SANTO DEL GIORNO
19 October 2017 | Vai alla Prima Pagina
Dettaglio News
12/10/2017 - Bassa Vercellese - Cronaca
AMC CASALE BATTE ATENA VERCELLI PER 27 A 10 - Via Orti più employee friendly di Corso Palestro - Ma la scalata alla Multiservizi casalese è alle porte
AMC CASALE BATTE ATENA VERCELLI PER 27 A 10 - Via Orti più employee friendly di Corso Palestro - Ma la scalata alla Multiservizi casalese è alle porte


Amc di Casale batte Atena di Vercelli per 27 a 10.

Via Orti a Casale è più employee friendly di quanto non sia Corso Palestro a Vercelli.

L’Azienda Multiservizi Casalese ha infatti mantenuto la data di erogazione degli stipendi al proprio Personale nella classica scadenza del 27 del mese.

L’argomento è diventati di una certa attualità dopo che i dipendenti di Corso Palestro a Vercelli si sono visti differire il “27”, appunto al 10 del mese successivo.

http://vercellioggi.it/dett_news.asp?titolo=TRIPPA_PER_I_GATTI_/_445_-_&id=75499

 

***

Poca cosa – si dirà – rispetto al fatto che di questi tempi l’importante è riceverlo, lo stipendio, piuttosto che sottilizzare sulla data di erogazione.

Però anche questo è solo uno dei “vantaggi” della svendita della società ad Iren.

Perché il 17 dicembre 2015 di fatto si è venduto a valore “di libro”, cioè sui risultati di bilancio il 20 per cento delle azioni (il Comune di Vercelli è passato dal 60 per cento del capitale sociale al 40 per cento) ma in pratica, in tal modo si è così consegnato ad Iren il controllo di tutta l’azienda, che fattura oltre 100 milioni di euro l’anno.

Con nemmeno 20 milioni di euro Iren ora è il padrone.

Tutto ciò con il voto a favore di 14 Consiglieri Comunali.

La maggioranza di quelli presenti quel giorno, salvo le astensioni.

Senza che la città fosse stata minimamente coinvolta, senza un  vero dibattito e confronto almeno con le forze sociale ed economiche, guardandosi bene dal rendere questa scelta, con la consapevolezza di ciò che si stesse facendo, veramente diffusa e condivisa.

Ora la città non ha altra alternativa se non quella di liberarsi del tutto di questa partecipazione che è (pur con l’illusione di qualche dividendo) mera zavorre nell’approccio serio al mercato e vedremo tra breve perché.

***

Oltre 100 anni di investimenti, di sacrifici e know how maturati nella vecchia Aasm prima e in Atena poi, sacrificati per risanare il bilancio del Comune di Vercelli.

Bilancio sempre alle prese – tra l’altro – con i costi dei servizi appaltati senza gara proprio ad Atena per decine di milioni di euro l’anno.

Quanto risparmierebbe il Comune se mettesse sul mercato, con una regolare gara d’appalto,  la fornitura di questi servizi?

Bisogna altresì pensare che Palazzo Civico è di gran lunga il Cliente più importante di Atena, originandone il 30 per cento circa del fatturato annuo.

II ragionamento – secondo ormai molti osservatori – sarebbe sempre stato il più valido (il ricorso alla gara d’appalto per realizzare le massime economie di gestione), ma finchè Palazzo Civico deteneva la maggioranza delle azioni, qualche diritto di cittadinanza in più potevano vantare i pareri opposti: ci guadagnamo noi.

Dove “noi” però non sono i cittadini, ma il Comune che si fa imprenditore e venditore nei confronti della popolazione amministrata che a sua volta può solo pagare mediante le tasse.

Insomma, un rapporto già ai limiti del vessatorio quando la Pubblica Amministrazione era in posizione di controllo dell’Azienda, ma ora del tutto inappropriato se si pensa che questo “affare”, soprattutto l’elusione della gara d’appalto, lo si consente ad un privato come Iren.

***

Dunque ora la situazione dei dipendenti di Vercelli è seguita a Casale ben oltre il merito rappresentato dalla data di erogazione degli emolumenti mensili.

***

Ora c’è di mezzo ben altro.

Le sirene si sono già mobilitate e stanno facendo i gargarismi per intonare la loro suadente melopea, cercando di acquisire un altro tesoretto tenacemente rimasto nelle mani degli Enti Locali.

Enti Locali che per buona parte sono anche i Comuni maggiori della Bassa Vercellese: da Stroppiana a Caresana, da Motta dei Conti a Pezzana e Pertengo.

http://www.amcasale.it/soci.php

Perché la Amc di Casale è appunto un’Azienda ancora tutta in mano alla Pubblica Amministrazione, che partecipa al capitale sociale con tanti Comuni riuniti.

Lodevole anche la trasparenza: il Consiglio di Amministrazione così come il Collegio sindacale si reperisce, nella sua costituzione, sul sito internet aziendale: non siamo riusciti (magari c’è, ma non abbiamo trovato le sezioni) invece a rinvenire gli stessi dati né sul sito istituzionale di Atena spa, né in quello di Atena Trading srl.

http://www.amcasale.it/trasparenza.php?c1=68&archivio=

***

Ora ci sono – secondo Fonti attendibili – almeno due Aziende interessate a prendersi una parte di Amc.

Una è la stessa Iren, che è agevolata dalla “carta” politica (Pd è il Presidente di Amc), ma l’altra presenta il vantaggio proprio di una “non” politicizzazione.

Si tratta di Egea di Alba, che fattura circa 650 milioni di Euro l’anno.

Siamo solo agli inizi.

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CasaleOggi.it
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it
AGENDA - TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI IL SANTO DEL GIORNO BORSA ITALIANA METEO