ARTICOLI DEGLI ULTIMI 3 GIORNI
TUTTI GLI ARTICOLI DI OGGI
METEO.IT
BORSA ITALIANA
IL SANTO DEL GIORNO
martedì 20 aprile 2021 | Vai alla Prima Pagina
Dettaglio News
22/02/2021 - Vercelli Città - Cultura e Spettacoli
TOUR ONLINE DAL MUSEO LEONE DI VERCELLI - Pizzi e merletti d'argento: filigrane del Museo Leone
TOUR ONLINE DAL MUSEO LEONE DI VERCELLI - Pizzi e merletti d'argento: filigrane del Museo Leone

In collaborazione con il Museo Leone di Vercelli, Oltre Confine Onlus promuove, giovedì 25 Febbraio, alle ore 17:30, un Tour Online dal Museo, a cura della Dott.ssa Federica Bertoni, dei Servizi Educativi Museali.

Il Tour si terrà online tramite piattaforma Zoom.

Dall’amore per la sua terra e dalla passione per l’arte del notaio Camillo Leone, che in punto di morte (1907) donò tutti i suoi averi e le sue raccolte al cittadino Istituto di Belle Arti, nel 1910 nasce il Museo a lui dedicato, custode della storia del territorio vercellese. Costituito da due edifici storici, la cinquecentesca Casa Alciati e il settecentesco Palazzo Langosco, tra loro collegati da una manica di raccordo, costruita negli anni Trenta del Novecento, ricco di ambienti di grande impatto scenografico come il salone Romano, la sala di S. Maria Maggiore o le splendide sale affrescate di Casa Alciati, il Museo Leone raccoglie eclettiche collezioni di reperti archeologici, opere d’arte e manufatti di arti applicate che ripercorrono storia e cultura d’Italia, e del vercellese in particolare, dalla preistoria all’Ottocento. Un’importante biblioteca antica custodisce più di 1200 preziosi incunaboli e cinquecentine, nonché una ricca collezione di codici miniati, manoscritti e pergamene. Infine, gli spazi a cielo aperto e le aree verdi (Chiostro di Casa Alciati, Giardino della Fontana e il didattico Giardino Archeologico) che perfettamente si integrano nelle antiche architetture museali, costituiscono uno scenario unico nel cuore della vecchia Vercelli.

Tra le splendide collezioni del Museo Leone spicca quella di oreficeria popolare, le cosiddette filigrane vercellesi, che confermano l'attenzione del Museo verso le memorie storiche del territorio e l'interesse per gli studi etnografici locali. Parte di questi gioielli proviene in realtà dalle collezioni del Museo Borgogna e, dopo essere stati portati al Leone da Vittorio Viale in occasione dello storico allestimento del 1939, furono acquistati dagli amministratori del museo di via Verdi nel 1946. Documento ormai raro dell'eccellenza artigianale dei molti argentieri e orafi operanti in città tra la fine del XVIII secolo e l'ultimo quarto del XIX secolo, sono testimonianza dell'adornarsi delle donne sia di Vercelli sia del suo contado. Preziosi ornamenti di acconciatura, paragonati nella loro foggia e leggerezza a trini e merletti, abitualmente portati e maggiormente arricchiti nelle grandi occasioni, rappresentavano anche un simbolo di raggiunto benessere e geloso patrimonio da trasmettere in eredità alle figlie.

La prenotazione è obbligatoria al link (clicca qui).

Per informazioni: tel. 3755709240.

Contributo minimo di 7 euro tramite bonifico: IT58Z0306909606100000130301 - Oltre Confine SCS Onlus

 

Redazione di Vercelli

TAGS:

Vercelli

Varallo Sesia

Borgosesia

Gattinara

Valsesia

Trino

Crescentino

Santhià

Provincia di Vercelli

Guido Gabotto


Casale
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it
AGENDA - TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI IL SANTO DEL GIORNO BORSA ITALIANA METEO